Casa Gramsci (Piazza Carlo Emanuele II, 15 - Torino) è l’esito della decisione di trasformare l’edificio – già di proprietà del Comune di Torino e adibito a edilizia popolare, gestito da ATC – in un albergo, a causa dell’assoluta diseconomicità della ristrutturazione necessaria per mantenerne l’uso sociale. E’ così riemersa la memoria della permanenza in quell’edificio di Antonio Gramsci nei suoi anni giovanili (1913-1922), sopita e assorbita dalla città del ‘900.

La creazione di Casa Gramsci – spazio polivalente situato nel corpo dell’edificio – è frutto dell’accordo tra l’Istituto Gramsci e la proprietà, ma è stato anche l’esito di una significativa azione culturale, amministrativa della città intera.

Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo. Informativa privacy.

  Accetto i cookie da questo sito.