La nuova edizione di Polopresente (progetto integrato del Polo del '900, coordinato dall'Unione Culturale Franco Antonicelli), propone incontri sul tema dei diritti nella società contemporanea, sulla loro affermazione e tutela. La riflessione pone le sue basi sulla consapevolezza che i diritti non sono mai un’acquisizione definitiva, bensì una continua scoperta di spazi e libertà che la tradizione e il potere cercano incessantemente di erodere.

Il calendario di quest’anno si articolerà in sei cicli di appuntamenti e un focus group. Ogni ciclo sarà composto da quattro appuntamenti ad accesso libero e gratuito. Aprirà la serie un lecture o tavola rotonda a cui seguiranno tre incontri seminariali di approfondimento coordinati da tutor che hanno il ruolo di organizzare idee, spunti e sollecitazioni dei partecipanti.

Il primo ciclo di eventi dal titolo Se otto ore vi sembran troppe…! Tempo e organizzazione del lavoro nella quarta rivoluzione industriale inizia a marzo a cura della Fondazione Istituto Piemontese Antonio Gramsci e si concentrerà sul rapporto tra diritti e lavoro, in occasione dei cento anni dal primo accordo italiano sulle otto ore lavorative (20 febbraio 1919). Durante gli incontri si rifletterà sul rapporto tra il tempo, l’innovazione tecnologica e l’organizzazione del lavoro. La discussione partirà da una prospettiva internazionale sulla durata e l’organizzazione del lavoro al tempo della quarta rivoluzione industriale, in cui sono ancora presenti contese e lotte per il tempo, che intrecciano passato e futuro.

Il primo incontro introduttivo del 18 marzo, (alle ore 18 in Sala Didattica, in via del Carmine 14) sarà condotto da Dunia Astrologo con l’introduzione di Andrea Aimar e vedrà gli interventi di Simone Fana, ricercatore e autore di Tempo Rubato che parlerà di innovazione/tempo/ lotte lavoro. Francesco Quatraro, di UniTo, parlerà di nuovi paradigmi produttivi della quarta rivoluzione industriale nell’intervento sull’economia della conoscenza, alta automatizzazione, robot, big data e IA. Tatiana Mazali, del Politecnico di Torino illustrerà un viaggio nelle imprese che stanno partecipando alla quarta rivoluzione industriale.

Il 25 marzo si terrà il seminario Le lotte per il tempo come l’innovazione ha cambiato il lavoro. Un approccio storico. al quale interveranno Alessandro Brizzi, laureando in storia del lavoro all’università Normale di Pisa e Fabrizio Loreto, ricercatore UniTo.

Il seminario L’innovazione tecnologica e il tempo di lavoro: la situazione attuale e gli scenari futuri, si terrà il 1 aprile con Sara Moraca, giornalista di WIRED e Annalisa Magone di Torino Nord Ovest.

Chiuderà il ciclo di incontri l’8 aprile il seminario Il tempo contrattato: aziende e sindacati di fronte al mutamento, con Mario Morgese, responsabile relazioni industriali Ducati Motor e Michele Bulgarelli, Segretario Fiom Bologna.

Questo sito utilizza i cookie per gestire la navigazione ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookie sul vostro dispositivo. Informativa privacy.

  Accetto i cookie da questo sito.